ARTICOLO

Roma Centro Ovest Litoranea

Home / Articolo selezionato

CGIL ROMA COL: ASSUNZIONI OSPEDALE SAN CAMILLO DI GINECOLOGI NON OBIETTORI

23/2/2017

Non possiamo che esprimere la nostra soddisfazione per la scelta della Regione Lazio di aver bandito  un concorso per  dirigenti medici per il reparto di IVG con il requisito di non essere obiettore di coscienza e oggi di averli assunti.

 

A giugno 2016 la CGIL di Roma e del Lazio insieme al Coordinamento Donne promossero una iniziativa proprio al San Camillo all’indomani dell’accoglimento, da parte del Consiglio d’Europa, del ricorso presentato dalla CGIL sull’applicazione della Legge 194. Il nostro Paese è stato richiamato al rispetto delle decisioni delle donne, alla garanzia del diritto di accesso all’interruzione di gravidanza in ogni struttura ospedaliera. La decisione del Comitato Europeo dei diritti sociali del Consiglio d’Europa ribadì con estrema nettezza anche il diritto dei medici non obiettori a non essere discriminati per gli inevitabili svantaggi diretti ed indiretti subiti proprio per il ricorso massiccio dei loro colleghi all’obiezione di coscienza.

 

L’assunzione dei medici ginecologi al San Camillo non è purtroppo risolutivo rispetto alle attuali condizioni  in cui versa l’applicazione della Legge 194 visto che il ricorso dei medici e degli operatori sanitari all’obiezione di coscienza nella maggior parte delle strutture sanitarie pubbliche vede nel Lazio la percentuale attestarsi all’80%, tanto che proprio l’Ospedale San Camillo assorbe parecchie richieste provenienti da territori diversi della Regione.

 

Percentuali che negano alle donne la libertà di scelta e il diritto di accesso alla Legge 194 e lo stesso diritto alla salute sancito dall’art. 32 della Costituzione. Come CGIL siamo continuamente impegnati, unitamente alle tante associazioni di donne che sono presenti nel nostro territorio, a continuare la battaglia per l’affermazione dei diritti delle persone e delle donne ad avere certezza e accesso ad una legge che ancora rappresenta un modello di democrazia e di garanzia dei diritti sociali. Ed è di questo che la Beatrice Lorenzin dovrebbe farsi carico nell’esercizio delle sue funzioni di Ministro della Salute.

 

1/11

 

 

Condividi su Facebook
Condividi su Twitter
Please reload

Potrebbe interessarti anche....

15/8/2020

Please reload

Chi siamo

Sei un...

Servizi

Aree Tematiche

Il nostro territorio di competenza

Camera del Lavoro

Roma centro ovest litoranea

Sede Operativa: Via Ostiense 164/M

Sede Legale: Via Costanzo Casana 207

CF: 97147180588

Telefono: 06/57305002 Fax: 06/57305034

Mail: romacol@lazio.cgil.it

Developed by Valerio Giovannini